CCNL Comparto Sanità. Sottoscritta l’ipotesi di accordo

Evitando lo “scoglio” delle deroghe alla normativa sull’orario di lavoro, al termine di una faticosa maratona, come sempre necessaria per giungere alle inevitabili mediazioni, si è riusciti a consegnare un nuovo contratto di lavoro agli operatori della sanità pubblica.

Come per le Funzioni locali, l’aumento medio tabellare si attesta a 85 euro medie con la neutralizzazione degli effetti dell’aumento contrattuale sugli 80 euro del ‘Bonus Renzi’.

Il Contratto contiene importanti novità in materia di valorizzazione dei coordinamenti in ambito sanitario, di deroghe in materia di riposo giornaliero, nonché l’introduzione di nuovi strumenti di partecipazione quali il confronto e l’organismo paritetico per l’innovazione.

Con questo contratto si chiude la tornata negoziale nel pubblico impiego ma, attraverso le risultanze dei lavori della commissione paritetica, entro il mese di luglio auspichiamo si possa dare l’avvio a una seria revisione del sistema di classificazione, strumento imprescindibile per il riconoscimento di tutte le professionalità del Comparto.